Torsione dello stomaco nel cane

La torsione gastrica, anche detta GDV, è una sindrome acuta ad insorgenza improvvisa, molto grave, che se non riconosciuta e trattata tempestivamente può portare alla morte l’animale.

Cos’è? E come si manifesta?

Si tratta di una rotazione dello stomaco sul proprio asse, di solito avviene a seguito della dilatazione dello stesso per causa della fermentazione e formazione di gas da parte del cibo al suo interno. Infatti si manifesta dopo poche ore l’ingestione del pasto e quando una mancata digestione del cibo porta ad un accumulo di gas che fa dilatare e poi successivamente torcere l’organo. È da differenziare dalla sola dilazione dello stomaco che ha risoluzione molto più semplice e una prognosi più favorevole.

Fattori di rischio e predisponenti

  • La taglia del cane. Sono a rischio torsione gastrica praticamente tutti i cani al di sopra dei 20 chili, in particolare i cani delle seguenti razze: alano, pastore tedesco, terranova, dobermann, mastino napoletano, san bernardo, setter irlandese, setter gordon e gli incroci di queste razze.
  • L’età avanzata. Infatti i cani intorno ai 7/8 anni hanno una probabilità maggiore di sviluppare questa sindrome.
  • Il sovrappeso.
  • La voracità nell’assumere il cibo.
  • La somministrazione di un unico pasto giornaliero.
  • Il movimento subito dopo aver mangiato.
  • L’ingestione di tanta acqua insieme al cibo.
  • Anomalie dell’apparato digerente o altre patologie in atto (es. tumori della milza).
  • Stress.

I sintomi della torsione gastrica

I sintomi che si osservano sono caratterizzati da manifestazioni di malessere che a mano a mano si aggravano. Il cane presenterà conati di vomito non produttivi; forte dolore addominale; dilatazione dell’addome visibile chiaramente ad occhio nudo sul lato sinistro del corpo. Inizialmente il cane è agitato, sbava, saliva molto, guaisce. Ha lo sguardo fisso, è dolorante e ha il respiro molto affannoso.

Tutto questo avviene molto rapidamente, nel giro di pochissimo tempo. Certo, se il cane vomita da una settimana, non ha una dilatazione dello stomaco, ma una patologia gastrica trascurata.

Si tratta di una sindrome molto seria e rischiosa, infatti si dovrà agire subito recandosi presso una struttura veterinaria specializzata senza perdere tempo altrimenti si rischia di non riuscire a salvare il cane. È diagnosticabile mediante una radiografia, non è sempre la risoluzione che può richiedere anche un intervento chirurgico e vari giorni di ricovero.

Dott.ssa Aurora Busti
Medico Veterinario Barkyn

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *