Posso dare la carne cruda al mio cane?

Quali sono i vantaggi ed i rischi?

L’alimentazione con carne crida (BARF) è una pratica sempre più di moda per l’idea presunta di una preservazione di molti nutrienti della carne, grazie all’assenza di trattamenti termici.

Gli esperti avvisano i padroni di cani e gatti sui rischi associati all’alimentazione a base di carne cruda dei loro animali, al posto di quella più convenzionale a base di cibo confezionato. Uno studio condotto dai ricercatori dei Paesi Bassi ha svelato che questi alimenti potrebbero essere contaminati da batteri e parassiti, creando un grave rischio per la salute sia degli animali che degli uomini. Come accennato sopra, nutrire i propri animali domestici con carne cruda sta diventando sempre più popolare nel mondo, eppure i benefici per la loro salute non sono sostenuti da nessuna prova accreditata scientificamente. Al contrario, molti studi parlano dei possibili rischi sanitari. Il rischio più grande è quello della contaminazione della carne cruda da batteri e parassiti zoonotici, cioè che possono essere trasmessi dagli animali agli uomini.

Ci sono delle prove attendibili di tali rischi?

Recentemente un team guidato da Paul Overgaauw dell’Utrecht University ha voluto determinare la presenza di 4 batteri zoonotici e due specie parassitarie nella carne cruda disponibile in commercio, nei supermercati e nei negozi per animali. Hanno analizzato 35 tipi di carne cruda, surgelata preventivamente a -18 gradi, di 8 differenti marchi, ampiamente disponibili nei Paesi Bassi. L’Escherichia Coli O157 è stato isolato in 8 prodotti (23%), la Listeria era presente in 15 prodotti (43%) e la salmonella in 7 prodotti (20%). Sia le infezioni da E. Coli O157 e che quelle da salmonella negli uomini sono state collegate a gravi malattie. 4 prodotti (11%) contenevano il parassita dei sarcocisti e altri 4 contenevano la trichinella. In 2 prodotti (6%) è stato trovato il Toxoplasma gondii. Le specie della sarcocisti non sono zoonotiche, ma possono essere pericolose per gli animali da allevamento. Il T gondii è un’importante malattia infestiva degli animali con un’alta incidenza di trasmissione negli esseri umani: occorre sottolineare come nelle persone sane la malattia decorra generalmente in modo asintomatico o con semplici sintomi influenzali. Tuttavia nei soggetti debilitati e in donne in stato di gravidanza la toxoplasmosi può comportare invece conseguenze più gravi. In particolare nelle donne in gravidanza può essere causa di aborto, malformazioni o gravi lesioni cerebrali del feto.

In sintesi, quando si trattano certi argomenti, occorrerebbe sempre affidarsi a Medici Veterinari esperti in materie di sanità animale e nutrizione. Diffidate da mode che, seppur dilaganti, a volte non poggiano le basi su elementi scientifici, ma si diffondono solo con il passaparola o per mezzo di Media o Social.

Dott. Piercarlo Amati

Medico Veterinario Barkyn

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *