Pensioni, asili e dog sitter

Pensioni ed asili per cani

Benchè la soluzione migliore sia sempre che, in mancanza del proprietario, il cane rimanga con altri membri della famiglia o comunque amici o persone conosciute, in caso di assenza prolungata la pensione per cani può essere una buona soluzione alternativa. In questa struttura vengono ospitati più cani insieme, i quali possono stare da soli o insieme ad altri cani in base al loro grado di socializzazione. Solitamente, i cani vengono alloggiati all’interno della struttura e hanno poi a disposizione degli idonei spazi all’aperto per lo sgambamento e il gioco. Alcune strutture dette anche asili per cani, oltre al servizio di pensione danno la possibilità di ospitare i cani anche solo per alcune ore del giorno, intrattenendoli con attività di gioco e socializzazione con altri cani (come nel caso delle cosiddette puppy-class).

Il dog-sitter

Per i cani più diffidenti o che presentano ansia da separazione la soluzione migliore può essere quella di affidarli ad un dog-sitter. Tendenzialmente questa figura si occupa di uno o due cani al massimo nello stesso momento, il che gli permette di dedicare una maggiore attenzione al singolo soggetto. Il cane viene solitamente trasferito a casa del dog-sitter per tutto il periodo di assenza del proprietario: in questo modo il cane si troverà in un ambiente più intimo e familiare rispetto ad una pensione e si abituerà più facilmente al cambio di ambiente. In casi eccezionali, può essere richiesto al dog-sitter di trasferirsi direttamente a casa del proprietario per tutto il periodo della sua assenza, in modo tale da non dover spostare il cane, soprattutto se questo non è abituato a viaggiare in macchina, né stravolgere le sue normali abitudini legate all’ambiente domestico.

Qualunque sia la scelta la cosa più importante è iniziare a pianificarla per tempo: se la decisione ricade sulla pensione, è consigliabile fare preventivamente una visita della struttura e un colloquio di persona con chi la gestisce; se invece si decide di rivolgersi ad un dog-sitter, è molto importante incontrarsi più volte con lui e fargli conoscere il cane per osservare come si relaziona con lui e se si sente a proprio agio.

Purtroppo ogni anno il numero dei cani abbandonati con l’arrivo delle vacanze soprattutto estive è sempre allarmante: per questo motivo prima di adottare un cane è sempre bene considerare se, in caso di impossibilità a portarlo con sé in vacanza, si è disposti a garantirgli una sistemazione adatta alle sue esigenze.

Dott.ssa Morena Cena
Medico Veterinario Barkyn

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *