Neurologia nei cani: quali sono le malattie più frequenti?

Con l’articolo di oggi tratteremo un argomento un po’ più complicato e fuori dal comune del solito, come la neurologia veterinaria e le malattie neurologiche più comuni che possono interessare il nostro cane. A tal motivo, vorrei dire che fortunatamente, negli ultimi anni le conoscenze in ambito medico veterinario son notevolmente migliorate, portando alcune branche della medicina veterinaria a essere appannaggio di colleghi specializzati nelle singole discipline; e una di queste, è proprio la neurologia veterinaria.

Le patologie neurologiche del cane più comuni possono essere sintetizzate come di seguito:

Patologie congenite che possono interessare vari comparti del sistema neurologico come le cisti aracnoidee, malformazioni cerebellari dovute a particolari condizioni durante la gravidanza (come infezioni o tossicosi), nonché di natura ereditaria legate a certe razze o famiglie di cani come per esempio la malformazione del Chiari.

Tumori encefalici o delle guaine nervose sono patologie comuni nei cani anziani, che generalmente causano sintomi neurologici come le convulsioni che sono correlati alla crescita del tumore ed ai fenomeni compressivi associati.

Alcuni virus possono causare manifestazioni neurologiche gravi difficilmente curabili. Basti pensare al virus della rabbia che si accompagna con un’aumentata aggressività del cane, tremori, paralisi e convulsioni. Un altro virus da tenere a mente, è quello del cimurro, che in alcuni casi può anch’esso interessare il sistema nervoso con sintomi come convulsioni, atassìa, paresi e tremori.

Infezioni batteriche e parassitarie possono causare una patologia molto grave definita meningite, che interessa i tessuti che “avvolgono” le cellule nervose, anch’esso può manifestarsi con convulsioni.

La meningite può avere anche una base immunomediata, essere causata cioè dall’errata aggressività del sistema immunitario nei confronti delle meningi appunto.

Patologie ortopediche che interessano le vertebre, come lesioni traumatiche, instabilità articolari acquisite o traumatiche ma anche patologie discali degenerative e traumi cerebrali possono avere sintomatologie variabili come elevata dolorabilità spinale, atassia, paralisi o incoscienza.

Lesioni vestibolari, cioè che interessano il sistema auditivo interno, causano incoordinazione, torcicollo, dolorabilità ma anche febbre.

Avvelenamenti, come quello causato da i veleni lumachicidi sono molto pericolosi e causano stato comatoso e epilettico.

Patologie metaboliche come l’iperammonemia (eccessive concentrazioni di ammonio nel sangue) o la sindrome uremica possono anch’esse causare sintomi neurologici.

L’epilessia idiopatica è un’altra patologia molto comune nei nostri amici a 4 zampe della quale non si conosce l’origine.

Se volete approfondire l’epilessia potrete dare un occhiata a quest’altro articolo da me scritto.

In conclusione, se sospettate una possibile malattia neurologica, non esitate a contattare il vostro medico veterinario!

Vito Priolo

MRCVS, MSc, PhD

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *