Crocchette a base di insetti: pro e contro

Pensare che in futuro potremo arrivare a mangiare insetti fa strano a tutti, ma se quel futuro fosse già qui? E se il nostro cane diventasse il protagonista di questo futuro imminente?
In commercio infatti esistono già prodotti a base di insetti, scopriamone insieme i pro e i contro.

PRO:

  • Ecosostenibilità: questo tipo di crocchette permette di ridurre l’impatto sull’ambiente del cibo per animali a base di carne, in termini di produzione di CO2, consumo di acqua e di terra e uso di pesticidi. Gli animali domestici consumano il 20% della carne e del pesce prodotti nel mondo: si calcola che il pet food attualmente sia responsabile di un quarto dell’impatto ambientale della produzione complessiva di carne. Gli insetti sono allevati senza l’uso di antibiotici ne di modifiche genetiche. Prima di essere usati come mangime, gli insetti svolgono un’altra importante funzione: divorano i rifiuti organici, riducendone il volume fino alla metà e abbattendo le sostanze inquinanti.
  • Cibo ipoallergenico: un’alternativa ideale per tutti i cani che soffrono di intolleranze e allergie ai comuni alimenti contenenti carne e pesce, viene tollerato anche dei soggetti più sensibili.
  • Buon apporto proteico e di acidi grassi (omega3).
  • Vitamine del complesso B.
  • Ferro: Responsabile della produzione di emoglobina, che trasporta l’ossigeno nel corpo. Alcuni tipi di insetti utilizzati contengono più ferro della carne rossa.
  • Minerali ed Oligoelementi: sono crocchette ricche di rame, sodio, potassio, zinco, fosforo e selenio.

Le ultime 3 sono generalmente carenti o non facilmente reperibili nelle fonti proteiche vegetali.

CONTRO:

  • Fare attenzione all’insetto utilizzato, non tutti hanno lo stesso tenore di proteine/amminoacidi essenziali. Questo dipende anche da: età, fase metamorfica e substrato su cui è allevato.
  • Attenzione alla tecnologia di elaborazione (essiccazione, trattamenti termici, metodi di estrazione dei lipidi) utilizzata per ottenere proteine animali derivate dagli insetti può influenzare in modo significativo la biodisponibilità dei nutrienti. Per questo motivo la maggior parte di queste crocchette vengono pressate a freddo.
  • Prezzi non propriamente contenuti. Considerando il sistema di allevamento degli insetti e la facilità di reperimento del loro “mangime” ci si aspetterebbe un costo molto basso per questo prodotto, Tuttavia, attualmente, le normative europee non consentono l’allevamento di insetti su substrati composti da avanzi di cucina e/o vecchie derrate alimentari non trasformate contenenti carne o pesce, il che riduce l’aspetto ecologico e aumenta il costo di produzione.

Dott.ssa Aurora Busti
Medico Veterinario Barkyn

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *