Come insegno al mio cane a stare nel kennel?

La cosa peggiore che possiamo fare è utilizzarlo come punizione, ovvero spedirci dentro il cane con la forza dopo che ha avuto un comportamento indesiderato. Niente di più sbagliato! Il kennel non è uno strumento satanico, bensì un luogo protetto e isolato dove il cane può imparare a sentirsi a suo agio, anche quando si trova lontano da casa. Immaginate un cane timido e pauroso, ma anche un individuo un po’ asociale, reattivo, magari anche aggressivo…sarebbe un incubo portarlo dal veterinario, dal toelettatore, alle fiere, alle mostre, sui mezzi pubblici. Tutto diventerebbe uno stress, sia per lui che per voi! Per questo il trasportino deve diventare fin da subito un’isola felice per ilo vostro cane, anche se ha un temperamento tranquillo e socievole, un domani potrebbe subire un’operazione, avere dolore…non si può mai sapere! Per questo insegnargli fin da piccolo a considerare la gabbia come un luogo sicuro e non un qualcosa da cui scappare è veramente fondamentale!

Come fare allora nella pratica?

E’ molto semplice. Innanzitutto non dovete mai obbligarlo per nessuna ragione. Lasciate la porta del trasportino aperta, ogni tanto lanciateci dentro un biscottino gustoso, prima sul bordo e poi sempre di più all’interno. Vanno benissimo anche un gioco o una pallina se il cane li preferisce! Se il cane si avvicina al kennel, lo tocca o anche semplicemente lo guarda, premiatelo subito! Stessa cosa dovrete fare quando inizierà ad entrarci dentro. Mi raccomando concedetegli il tempo che gli serve, non abbiate fretta! Una volta che si sarà messo tranquillo nella gabbietta, sedetevi con lui, accarezzatelo e fatelo sentire a suo agio. Avete appena fatto qualcosa di cui in futuro sarete orgogliosi, appena vi sarete resi conto di quanto è utile!

Dott.ssa Lisa Pugliese

Educatrice e Istruttrice Cinofila

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *