5 serie TV sui cani

La stagione invernale e le temperature rigide portano a spendere più tempo in casa e perché non passarlo guardando delle serie TV che hanno come protagonisti i nostri amici a quattro zampe?

Ho selezionato e riassunto di seguito le migliori 5 degli ultimi anni.

1. I migliori amici dell’uomo

Documentario di 6 episodi ognuno ambientato in un paese differente (anche sullo splendido lago di Como) dove il tema trainante è l’incredibile rapporto di lealtà tra cane e padrone.

Sembra sia stata confermata anche una seconda stagione, allora perché non iniziare subito?

2. Downward dog

La protagonista Nan, al capolinea dell’ultima storia d’amore, decide di immergersi completamente nel lavoro.

Martin, il suo cane, si sente però trascurato dall’amata padrona ed esprime il suo disagio distruggendo casa e complicando ulteriormente la vita di Nan.

È solo partecipando insieme ad un corso di obbedienza che si accorgeranno di potersi aiutare l’un l’altro.

3. Il mio grande amico Dude

Serie comica che affronta anche temi complessi come l’ansia sociale.

Il protagonista undicenne è difatti in procinto di iniziare la scuola media: passo particolarmente difficile per lui.

Dude, il suo fedele cagnolino, riuscirà a dargli il supporto necessario per affrontare anche questa sfida.

4. Piccoli cani guida crescono

Altra docu-serie ma alla scoperta del percorso di sei cuccioli per diventare cani guida di persone non vedenti.

Alle vicende di questi eroi canini si intrecciano anche quelle di tutte le persone coinvolte nella loro formazione tra amore e dedizione.

5. The pack

È una serie reality basata sulla competizione tra 12 coppie di cani e padroni.

Questi viaggeranno per il mondo per affrontarsi nelle sfide più svariate al fine di aggiudicarsi il montepremi di 750 000 dollari, dei quali 250 000 verranno assegnati ad un’associazione di beneficenza a scelta dei vincitori.

L’intero percorso sarà supervisionato da un team di veterinari ed esperti cinofili per garantire la salvaguardia del benessere animale a 360 gradi.

Daniela Cortiana

MRCVS

Nomi strani ma originali per i cani

Con l’articolo di oggi vi darò alcune idee su come scegliere il nome del vostro nuovo cucciolo.

Date libero sfogo alla vostra fantasia e scegliete il nome che più vi piace e rispecchia.

Alcuni consigli che posso darvi nella scelta del nome sono i seguenti:

  • Scegli nomi brevi, tre sillabe al massimo, poco comuni, che non si possano confondere con altre parole e che non siano troppo lunghi perché difficilmente apprendibili;
  • Evita parole usate nel quotidiano, nomi di altri membri della famiglia o altri animali, creeremmo inutile confusione;
  • Una volta scelto, non cambiarlo confonderesti il tuo cane;
  • Pronuncialo in modo chiaro, conciso e gentile, il cane deve associarlo a momenti “piacevoli”.

Partiamo dal presupposto che la scelta è personale, deve piacere a noi ed alla nostra famiglia, può richiamare una caratteristica caratteriale o fisica del nostro cane. Può rappresentare un ricordo, o una nostra passione. In sintesi, basta che rispettiamo quanto detto sopra, poco importa basta ci piaccia! Un cane energico, iperattivo, sempre pronto a giocare potrebbe essere chiamato con i fantasiosi nomi dati per esempio ai vari tornado: Katrina, George, Trudi, Boris. O la vostra bevanda preferita? Gin-0, Porto, Rum sono delle opzioni.

Nella scelta del nome potete guidarvi sui personaggi del vostro libro, film o serie preferita. Proprio questi ultimi sono diventati notevolmente di moda negli ultimi anni.

Io per esempio, nella scelta del nome per la mia cagnolina mi sono ispirato ad i (tanti!) personaggi di una saga fantasy fra i quali ho scelto Brinn; che è il nome della mia cucciola di Border Collie di ormai 6 anni! Brinn era la regina degli elfi, bella e regale!Dalla stessa saga altri nomi interessanti che possono essere utilizzati sono Jerle, Walker, e Flick o Ilse. La saga in questione, molto appassionante e con tantittimi personaggi è Shannara chronicles. Ma anche Aragon, Frodo, Gollum, estratti dal Signore degli anelli potrebbero essere interessanti!

Come non pensare ad i manga se sei un appassionato? La lista potrebbe essere infinita: Sakura, Naruto, Goku, Gohan, Majin, Neji, Shiba, Shika, Sanji, Nami, Nico, Robin, Usop, Gaara, Shino, Kiba, Itachi, sono alcuni dei nomi estratti dai famosi anima Naruto, One Piece e Dragon Ball.

Per rimanere sul nerd, un’opzione potrebbe essere di scegliere nomi estratti dalle tue serie tv preferite; per esempio che ne pensate di Nairobi e Tokio (due nomi di città) ma diventati famosi per essere i nomi in codice di due personaggi dell’acclamata la Casa di Carta, o Undici e Dustin della divertente Stranger Things? Molto di successo sono stati anche negli ultimi anni i nomi estratti dal Trono di Spade; alcuni esempi: Daenerys, Jon, Sansa, Arya, Cercei.

Vito Priolo

MRCVS. PhD

Una giornata dedicata al tuo cane: attività da svolgere con lui dalla mattina alla sera

In quest’articolo vi darò dei piccoli suggerimenti su come spendere un’intera giornata, dalla mattina alla sera, in compagnia del vostro amico a quattro zampe.

Innumerevoli attività possono essere svolte oggi giorno insieme al nostro cane.

Cominciamo dalla mattina.

Durante una bella giornata, il modo ideale per cominciare la giornata potrebbe essere una lunga passeggiata in spiaggia qualora viviate vicino al mare o in un grande parco o bosco; vi aiuterà a rilassarvi ed allontanarvi dal caos della città; per il vostro cane sarà invece l’occasione per correre ed odorare in giro dopo una settimana trascorsa in casa.

Per i pasti potrete recarvi nei tanti ristoranti o bar pet-friendly. Assicurati che il tuo amico abbia sempre a disposizione una ciotola d’acqua fresca; i locali saranno ben felici di fornirtela.

Una parte della giornata la potete dedicare ad una sessione di grooming, armato di spazzola, il vostro amico sarà felice di farsi spazzolare, ricordiamoci appunto, che il grooming rappresenta un comportamento sociale radicato nei cani.

L’uscita pomeridiana potrebbe avvenire in un’area per cani o in un parco giochi a loro adatto dove vi potrete sbizzarrire fra giochi e sessioni di addestramento.

Un’altra attività interessante potrebbe essere rappresentata da un centro di idroterapia, per una giornata in piscina con il tuo migliore amico!

Vito Priolo

DVM, PhD

5 consigli per rendere il tuo cane più socievole

La paura che può sfociare in aggressività, nei confronti di altri cani ed umani comporta l’impossibilità di espletare bisogni “sociali” naturali, il cane è un animale sociale appunto; ma li espone anche a rischi ed incidenti dovuti all’incapacità di controllare la paura. Nel seguente articolo, vi darò alcuni consigli utili per migliorare il processo di socializzazione del vostro amico a 4 zampe.

Fra le principali cause dei problemi di socializzazione vi è la separazione precoce del cucciolo dalla madre che porta i nostri cuccioli a non ricevere dalla madre tutti quegli “insegnamenti” necessari a relazionarsi correttamente con l’ambiente esterno; ovviamente anche la separazione dai fratelli influisce su questi problemi di socializzazione. Il primo consiglio che posso darvi è quindi di attendere almeno la fine dello svezzamento prima di separare il vostro cucciolo dalla madre e dai fratelli; che coincide con il secondo mese d’età.

È durante il primo anno di vita che il vostro cucciolo è predisposto ad imparare ed apprendere. È quindi fondamentale, che in questa fase di vita entri in contatto ed impari a conoscere e relazionarsi con altri conspecifici come anche umani.

L’addestramento, un cane addestrato infatti, si fiderà di più del compagno umano, qualora si presentino elementi e stimoli che possono spaventarlo. Inoltre, frequentare le classi di addestramento, farà entrare il vostro cane in contatto con altri cani, ed anche questa esposizione potrà essere d’aiuto.

Nel caso in cui l’aggressività è riconducibile invece al comportamento sessuale, la sterilizzazione potrebbe essere un metodo per controllare il comportamento.

Qualora tu ti stia confrontando con la socializzazione di un cane adulto, il miglior consiglio è quello di affidarti ad un professionista soprattutto per i casi peggiori e di armarti di pazienza e tranquillità. Non innervosirti o agitarti; le esposizioni devono essere brevi e graduali, accompagnate da premi e rassicurazioni.  

Vito Priolo

MRCVS, PhD

7 cose che il tuo cane odia che tu faccia

 I cani…se non ci fossero bisognerebbe inventarli. Diventati ad oggi dei veri e propri membri della famiglia. Sono amati e rispettati, e loro ci ricambiano con il loro amore incondizionato. Abbiamo imparato a scoprire che ogni amico a 4 zampe ha il suo carattere, il suo cibo preferito e le sue paure. Con l’articolo di oggi vi elencherò alcune cose che fai, e che (forse) al tuo cane potrebbero non piacere…vediamo quali sono per una migliore relazione cane-uomo.

  1. Abbracci…?

Il dibattito su questo argomento è stato molto acceso, la conclusione finale è che…nel migliore delle opzioni, il nostro cane proprio non li ama! Provato da comportamenti di stress o imbarazzo che il cane manifesta durante questi “abbracci” che normali per l’uomo, sono invece innaturali per il cane. Prestaci attenzione, orecchie retratte all’indietro, tensione corporea, saltelli all’indietro come anche sbadigli sono sintomi che il vostro amico non si trova proprio a suo agio.

2. Durante la passeggiata…

No, non vi sto per dire che al vostro cane non piace la passeggiata! Vi sto chiedendo se vi è mai capitato di strattonare o spronare il vostro cane durante la passeggiata se si è dilungato un po’ troppo ad odorare un albero o un palo. Ecco, questo comportamento al vostro cane proprio non piace, il mondo del cane è fatto da una miriade di odori che non possiamo immaginare, carpiscono moltissime informazioni con l’olfatto…non privarlo di questo piacere durante la passeggiata!

3. Questa punizione…è sbagliata

Menare, sculacciare, gridare di fermarsi sono tutti metodi sbagliati per punire il tuo cane, se da una parte non aiuta a correggere il comportamento dall’altro può incrinare il vostro rapporto! Prova ad usare il rinforzo positivo, i premi e le distrazioni invece delle punizioni.

4. Troppo tempo solo a casa…No!

Purtroppo, la vita di tutti i giorni ci costringe a trascorrere sempre più tempo fuori casa, il cane è un animale sociale, che ha bisogno di interagire e relazionarsi con il suo “branco” perciò sappi che lasciare il tuo cane da solo per troppo tempo fa male alla sua psiche e può portare alla comparsi di disturbi comportamentali come l’ansia da separazione.

5. Rumori troppo forti

Una delle più comuni paure nei nostri amici a quattro zampe è rappresentata dai rumori, forti ed improvvisi…terrorizzano i nostri cani. Un chiaro esempio sono i tuoni durante i temporali, ma anche i fuochi d’artificio, come anche tutti quei rumori improvvisi, sconosciuti e ad alto volume.

6. La casa e gli odori

Presta molta attenzione su quali prodotti scegli per l’igiene dei tuoi pavimenti, molti di essi possono risultare irritanti se entrano in contatto con la pelle o addirittura velenosi se ingeriti. Ma un altro elemento a cui prestare attenzione sono proprio gli odori rilasciati da questi prodotti (a base di aceto, limone, ammoniaca) risultano molto forti e fastidiosi per l’olfatto del tuo cane.

7. Fissarlo negli occhi

Nel linguaggio cinofilo essere fissati negli occhi significa sfida. Generalmente, un cane reagisce all’essere fissato in due modi: o distoglie lo sguardo o ricambia e vi fisserà a sua volta. Il significato di questi due comportamenti è diametralmente opposto; il cane che distoglie lo sguardo, rifiuta la sfida, quello che lo mantiene invece vi sta sfidando a loro volta. Evita quindi di fissare il tuo cane negli occhi lo potrebbe infastidire ma soprattutto, evita di fissare negli occhi un cane che non conosci…ti potrebbe attaccare!

Vito Priolo

MRCVS, PhD

5 vantaggi dell’addestramento agility con il tuo cane

L’agility è un meraviglioso sport per te ed il tuo cane. Il nome stesso, descrive la principale caratteristica dello sport: l’agilità. Il nostro amico a 4 zampe viene guidato attraverso un percorso fatto di ostacoli, tunnel, ponti, e salti il tutto all’insegna della velocità, della comunicazione fra cane e accompagnatore, e del coordinamento!

Con questo articolo esploreremo 5 motivo per cui fare agility potrebbe essere il nuovo hobby del 2021 assieme al tuo cane!

Rafforzare il rapporto con il nostro migliore amico

Quale occasione migliore per passar del tempo all’aperto con il nostro amico a 4 zampe ad imparare ad attraversare tunnel, saltare e camminare sui ponti, il tutto all’insegna del divertimento! L’agility può aiutare a migliorare il comportamento o addirittura a superare alcune paure del vostro cane.

Self-Control

Non si tratta soltanto di correre e saltare, ma anche di pause nel momento e posto corretto. Il nostro amico a quattro zampe imparerà quindi a restare concentrato, ad attendere il proprio turno, a stare in mezzo ad altri cani e ad attivarsi nel momento giusto. Elementi tutti che richiedono un grande controllo, che l’addestramento agility vi aiuterà a raggiungere.

Imparare a comunicare

La sessione di agility sarà un momento in cui imparerai a comunicare con il tuo amico a 4 zampe. Infatti, non solo a lui gli si insegnerà quanto sopra, ma anche a te verrà insegnato come comunicare al meglio con il tuo cane, attraverso i movimenti del corpo, le parole e lo sguardo. Intrapreso con il giusto spirito vi aiuterà ad instaurare un rapporto unico con il vostro cane.

Controllo senza guinzaglio

A causa della natura di per se dello sport, il vostro cane verrà educato a stare senza guinzaglio. Infatti il vostro cane imparerà a rispondere direttamente alle vostre parole o gesti, il guinzaglio gradualmente verrà sostituito da “un filo invisibile” fatto di gesti e parole che vi collega.

Esercizio fisico

L’agility è uno sport che richiede che il cane sia in buono stato di salute, e che non soffra di disturbi osteoarticolari. Infatti, l’apparato locomotore è particolarmente sollecitato in questo sport, sarà da evitare quindi in quei cani che soffrono per esempio di artrite, displasia, ma anche di patologie cardiache, in cui lo sforzo fisico può arrecare un danno. Per tutti gli altri cani, sani ed in salute è un ottimo modo per consumare energie fisiche e mantenere un buon sviluppo corporeo, ma anche e soprattutto mentali. Infine, richiede anche un certo impegno fisico da parte del conduttore che dovrà correre e seguire il proprio cane.

Vito Priolo

MRCVS, PhD

5 sentieri che puoi fare con il tuo cane

Cosa ci può essere di meglio di passare un po’ di tempo con il proprio cane a stretto contatto con la natura? Viviamo in un mondo caotico, costantemente sommersi da impegni, lontani spesso da un paesaggio naturale, e abbiamo bisogno ogni tanto di fermarci, prendere una giornata solo per noi e per il nostro cane in un ambiente confortevole per entrambi. Vediamo insieme 5 sentieri sparsi per l’Italia.

1. Passeggiata alle rovine di Castelvecchio (Siena)

Un tuffo nella storia medievale con il cane fra boschi di lecci e querce in Valdelsa attraverso una facile e piacevole passeggiata adatta a tutti.
Occorre raggiungere la SP47, che congiunge Castel San Gimignano a San Gimignano. Nei pressi di San Donato, esattamente dopo il bivio che dalla SP 47 porta all’abitato di San Donato in direzione San Gimignano, si prende il sentiero CAI n. 18 sulla sinistra che conduce al Podere il Caggio. Prima del Podere il sentiero si biforca ed occorre prendere la sinistra, scendendo lungo alcuni tornanti scoscesi. Si incontra quindi, dopo una salita, una biforcazione a crocevia dove occorre prendere il sentiero a sinistra e proseguire sino ad incontrare la strada medievale che conduceva al borgo di Castelvecchio, che si trova a 379 mt slm. Si tratta di un antico borgo agricolo cinto da muri in pietra datati 1200, abbandonato nel tardo Medioevo a causa dell’epidemia di peste che a metà del secolo XIV stava decimando la popolazione. Sono ancora ben visibili i ruderi di numerosi piccoli edifici abitativi, dei mulini con le loro macine, della chiesa dei Santi Frediano e Giovanni, di una grande cisterna per l’acqua nonché del mastio eretto all’inizio del borgo, ricostruito attorno al 1450. In prossimità dell’antica torre a sud del borgo è possibile godere di uno scorcio panoramico di rara bellezza.

2. Passeggiata culturale in Val di Non (Trentino)

Con il cane a passeggiare fra la Val di Non ed il Sud Tirolo, dove due culture convivono nella bellezza delle montagne. Sentiero dedicato al tema: “Confine culturale – Cultura di confine”.
Partenza dal parcheggio “Hofmahd” di Passo Castrin (posto all’imbocco della galleria che collega la Val di Non alla Val d’Ultimo), passato per la malga Cloz, malga Revò, malga Kessel di sotto e arrivo a Proves (paese montano più alto della Valle di Non). Si trovano delle fonti di acqua però il consiglio è di portare sempre una bottiglia con l’acqua.

3. Passeggiata alle cascate di Lillaz (Aosta)

Salendo cascata dopo cascata con il cane fino a verdi prati per rilassarsi e giocare.
Le Cascate di Lillaz si trovano ai margini nord del Parco nazionale del Gran Paradiso. 
Da Lillaz, vicino a Cogne, la prima cascata si raggiunge facilmente in un quarto d’ora di cammino. La portata d’acqua è maggiore verso maggio e giugno, ma le cascate sono godibili anche nelle altre stagioni. Si tratta di diversi salti d’acqua, che si raggiungono salendo man mano, con viste sui laghetti turchesi sotto alle cascate. In alto ci sono anche prati dove potersi riposare, correre e godersi il panorama e l’aria pulita. 
Siamo a circa 1700 mt slm. Il tempo impiegato varia a seconda di quanto si intende salire.

4. Passeggiata sul monte Portofino (Liguria)

Su e giù per il promontorio di Portofino, vista mare.
Partenza da Santa Margherita Ligure. Si va a piedi lungo gli itinerari sul monte di Portofino (varie difficoltà e durate) fino a Portofino mare e poi ritorno sempre a piedi lungo la pedonale sulla costa, di nuovo fino a S. Margherita. In più potete prendere il battello navetta da Camogli ed arrivare via mare a San Fruttuoso.

5. Passeggiata al percorso delle sette pietre (Basilicata)

Una passeggiata di 3 km su antichi sentieri in mezzo al verde praticati dagli abitanti del posto nel passato per recarsi da un paesino all’altro.
Il Percorso delle Sette Pietre è un percorso immerso nella natura nel comune di Castelmezzano. Antico percorso utilizzato dai contadini e pastori per raggiungere il vicino paese Pietrapertosa a piedi o viceversa. Il percorso prevede una discesa di 3 km e una risalita di 3 km verso il paese da raggiungere (Castelmezzano o Pietrapertosa, dipende da dove si parte). Periodo migliore primavera o autunno. Nelle vicinanze del percorso scorre il torrente Caperrino.

Dott.ssa Aurora Busti
Medico Veterinario Barkyn

Un Natale sicuro per il tuo cane

Tempo di addobbi, dolci, luci lungo le strade, canzoni…

Il Natale è arrivato, quindi abbiamo pensato di condividere con te alcuni consigli per rendere questa festa sicura per il tuo cane.

La Stella di Natale Questa pianta, così comune nelle nostre case durante il periodo natalizio, è tossica per i nostri cani. Sebbene la tossicità non sia grave, poiché causa sintomi gastrointestinali come vomito e diarrea, è meglio evitare l’esposizione. Si consiglia quindi di posizionare questa pianta in alto per evitare che il cane la raggiunga.

– Fuochi d’artificio: A Natale e Capodanno spesso non mancano i fuochi d’artificio. Idealmente, il tuo cane dovrebbe essere abituato ad affrontare queste situazioni in anticipo. Dovresti fare attenzione a isolare il più possibile il rumore dall’esterno chiudendo le finestre e abbassando le tende. Anche un rumore di fondo familiare, come la radio o la televisione, può essere utile per calmare il tuo cane. Cerca di mantenere la calma e di distrarre il cane con un giocattolo o un dolcetto, dovresti sempre agire in modo naturale e aspettare che il rumore passi.

– Indigestione: Come noi, anche i cani amano i deliziosi manicaretti natalizi, ma sono più sensibili a certi cibi e possono accusare una grave indigestione. È quindi consigliabile che tutte le persone che saranno in contatto con il tuo cane sappiano che dovrebbero evitare di offrirgli da mangiare.

– Ostruzioni intestinali: Come le indigestioni, questo tipo di patologia può spesso verificarsi sotto le feste come il Natale. Ci sono molte decorazioni che sono commestibili agli occhi dei nostri cani: addobbi, carta da regalo… Pertanto, fai attenzione nel caso in cui il tuo cane abbia la tendenza a ingerire o a mordere oggetti estranei. Ai cani tutti questi oggetti nuovi sembrano attraenti e ottimi da mordere.

Come includere il tuo cane nel giorno di Natale

I cani sono membri della famiglia e vogliamo coinvolgerli in tutti i nostri momenti, soprattutto in questo periodo molto speciale.

Il mese di Natale è arrivato e i nostri cani sono nei nostri pensieri per diversi motivi: in un periodo così pieno di amore vogliamo includere il nostro migliore amico in tutti i momenti più speciali. Ecco alcuni esempi di come il tuo cane può trascorrere un meraviglioso giorno di Natale:

  • Calendario dell’Avvento canino: prima del giorno tanto atteso, puoi rendere il mese più speciale preparando un calendario con il conto alla rovescia fino al giorno di Natale. E quali possono essere le sorprese? Un biscotto, un osso da masticare, un giocattolo, uno snack per i denti, per esempio.
  • Regalo di Natale: come membro della famiglia, il tuo cane non può restare senza un regalo di Natale. Dai giocattoli agli accessori, fino ai regali mangerecci, pensa a cosa piace di più al tuo migliore amico e regalagli quella gioia.
  • Ricette natalizie canine: non possiamo essere gli unici a sederci a una tavola imbandita. Se sei un cuoco nato, che ne dici di preparare una ricetta apposta per il tuo cane?

Nonostante tutta la gioia che proviamo durante questa festività, ci sono anche molti pericoli per i cani: non dimenticare che i dolci e i cioccolatini possono essere molto tossici per il tuo peloso e dovresti sempre tenerlo d’occhio per impedire che li ingerisca accidentalmente.

La presenza del tuo cane in questi momenti riempie di gioia entrambi i vostri cuori: fai in modo che il giorno di Natale sia una festa memorabile anche per il tuo amico a quattro zampe.

I migliori regali di Natale per il tuo cane

Il Natale sta arrivando: l’ora dei regali si avvicina e il tuo amico peloso non può fare a meno del suo. In questo articolo ti offriamo alcuni spunti perché il tuo cane non resti senza il suo regalo di Natale.

Regali sempre utili

Ci sono molte sorprese che il tuo peloso adorerà, ma se sono anche utili per il suo benessere, ancora meglio.

  • Cuccia nuova: una cuccia nuova sarà sicuramente un regalo apprezzato e favorirà il riposo del tuo amico a quattro zampe.
  • Qualcosa di caldo per combattere il freddo: con il Natale arriva anche il freddo. Tieni al caldo il tuo cane con una coperta per quando è a casa o un maglione per le passeggiate.
  • Per godersi una bella passeggiata: rinnova il guinzaglio, il collare o il set di pettorine.
  • Giocattoli interattivi: i giocattoli interattivi in stile Kong sono ottimi da farcire con gli snack e garantire ore di divertimento.

Con il cibo non sbagli mai

Se il vostro cane è goloso, assicuragli una buona dose di cibo e snack e per lui sarà il regalo migliore del mondo:

  • Snack naturali: sul mercato c’è una vasta gamma di snack naturali che i cani adorano: trachee di vitello, orecchie di maiale, carne secca, ecc.
  • Per intrattenerlo un po’: se al tuo cane piace rosicchiare, regalagli un buon osso di prosciutto o una pelle secca per fargli trascorrere qualche ora divertendosi di gusto.
  • Cibo umido: regala al tuo cane una scatoletta di cibo umido per queste feste, la adorerà.

Ma il regalo che gli piacerà di più è che tu approfitti di questi giorni per trascorrere più tempo possibile con lui. Un percorso escursionistico, godersi la natura insieme o una gita con il tuo cane sarà un ottimo regalo per entrambi.