5 serie TV sui cani

La stagione invernale e le temperature rigide portano a spendere più tempo in casa e perché non passarlo guardando delle serie TV che hanno come protagonisti i nostri amici a quattro zampe?

Ho selezionato e riassunto di seguito le migliori 5 degli ultimi anni.

1. I migliori amici dell’uomo

Documentario di 6 episodi ognuno ambientato in un paese differente (anche sullo splendido lago di Como) dove il tema trainante è l’incredibile rapporto di lealtà tra cane e padrone.

Sembra sia stata confermata anche una seconda stagione, allora perché non iniziare subito?

2. Downward dog

La protagonista Nan, al capolinea dell’ultima storia d’amore, decide di immergersi completamente nel lavoro.

Martin, il suo cane, si sente però trascurato dall’amata padrona ed esprime il suo disagio distruggendo casa e complicando ulteriormente la vita di Nan.

È solo partecipando insieme ad un corso di obbedienza che si accorgeranno di potersi aiutare l’un l’altro.

3. Il mio grande amico Dude

Serie comica che affronta anche temi complessi come l’ansia sociale.

Il protagonista undicenne è difatti in procinto di iniziare la scuola media: passo particolarmente difficile per lui.

Dude, il suo fedele cagnolino, riuscirà a dargli il supporto necessario per affrontare anche questa sfida.

4. Piccoli cani guida crescono

Altra docu-serie ma alla scoperta del percorso di sei cuccioli per diventare cani guida di persone non vedenti.

Alle vicende di questi eroi canini si intrecciano anche quelle di tutte le persone coinvolte nella loro formazione tra amore e dedizione.

5. The pack

È una serie reality basata sulla competizione tra 12 coppie di cani e padroni.

Questi viaggeranno per il mondo per affrontarsi nelle sfide più svariate al fine di aggiudicarsi il montepremi di 750 000 dollari, dei quali 250 000 verranno assegnati ad un’associazione di beneficenza a scelta dei vincitori.

L’intero percorso sarà supervisionato da un team di veterinari ed esperti cinofili per garantire la salvaguardia del benessere animale a 360 gradi.

Daniela Cortiana

MRCVS

¿Cómo introducir a mi perro en un parque canino?

Beneficios de llevar al perro al parque canino

Los parques para perros son un lugar perfecto para ir con nuestro perro y que tenga realmente tiempo para él, entre los beneficios que nuestro peludo puede encontrar están:

  • Socializar e interacturar con otros perros de diferentes tamaños y razas.
  • Ir suelto, sin correas, sin tirones, olfateando y jugando a sus anchas.
  • Hacer ejercicio: aquí los perros pueden correr, olfatear y jugar todo lo que quieran, siendo un excelente ejercicio físico y mental para ellos.
  • Adiestramiento: algunos parques disponen de circuitos de agility incluso, podemos practicar obediencia y órdenes con nuestros peludos.

Errores que cometemos al dejar al perro en el parque canino

No solo el perro debe comportarse correctamente en el parque canino, nosotros, como propietarios, también tenemos una serie de responsabilidades y muchas veces podemos cometer algunos errores cuando entramos en el parque con nuestro can, por ejemplo:

  • Entrar y soltar al perro a lo loco: antes de soltarlo debemos dejar que conozca a los otros perros con tranquilidad y observar que no haya problemas con ninguno.
  • Dejar al perro sin supervisión: el perro puede tener algún comportamiento inadecuado, molestar a otros perros o personas o defecar, debemos tenerlo controlado en todo momento para evitar cualquier problema y recoger sus deposiciones.
  • Llevar al parque a perros miedosos o reactivos: no debemos obligar a nuestro perro a ir al parque, algunos perros son muy miedosos o pueden tener una respuesta exagerada ante alguna situación estresante, por ejemplo, el contacto con otro perro.
  • Llevar a hembras en celo: no es nada recomendable llevar a una hembra en celo ya que puede ser responsable de peleas entre machos y podría suceder una monta no deseada.
  • Llevar juguetes: algunos perros son muy posesivos o se obsesionan con algunos objetos, lo que puede causar peleas con otros congéneres.
  • Prejuzgar: en los pipican se pueden ver perros de todos los tamaños y razas, no debemos juzgarlos por eso.
  • Llevar comida: no es aconsejable llevar comida o chuches, puede ser motivo de conflicto y algunos perros pueden ser alérgicos a algún ingrediente (si alimentamos a perros que no son el nuestro).
  • Mantenerse en el mismo sitio del parque: si estamos parados en el mismo lugar mucho tiempo el perro puede considerarlo como su territorio e intentar echar a otros perros que se acerquen.

¿Cómo introducir a mi perro en el pipican?

Si nuestro perro es un animal con buen carácter y sociable, podemos probar a llevarlo al parque canino pero, si es la primera vez que vas con él, te damos algunos consejos para que no tengas ningún problema y ambos disfrutéis:

  • Pasea alrededor del parque para ver el comportamieto de los otros perros y saber que podéis entrar sin problemas.
  • Antes de entrar al parque deja que el perro olfatée la zona tranquilamente y se relaje.
  • Intenta acudir en las horas con menor número de personas y perros, al menos durante los primeros días.
  • Entra con tu perro atado y permite que conozca al resto de perros y que lo huelan.
  • Mantente al lado de tu perro, para él eres la referencia y va a recurrir a ti si tiene algún problema con otro can.
  • Intenta que interactúe con otros perros si no lo hace.
  • Evita premiarle en los momentos que sienta miedo, es decir, si otro perro se acerca y tu perro corre a protegerse, no lo premies por esa acción, simplemente sé indiferente.
  • Intentar que no se sobreexcite.
  • Aprende a leer su comportamiento es lo más importante para distinguir entre juego y agresión y evitar peleas antes de que ocurran.
  • Vigila a tu perro para evitar que moleste a otros y limpia lo que ensucie.

Irene Martinez

Médica Veterinaria

Nomi strani ma originali per i cani

Con l’articolo di oggi vi darò alcune idee su come scegliere il nome del vostro nuovo cucciolo.

Date libero sfogo alla vostra fantasia e scegliete il nome che più vi piace e rispecchia.

Alcuni consigli che posso darvi nella scelta del nome sono i seguenti:

  • Scegli nomi brevi, tre sillabe al massimo, poco comuni, che non si possano confondere con altre parole e che non siano troppo lunghi perché difficilmente apprendibili;
  • Evita parole usate nel quotidiano, nomi di altri membri della famiglia o altri animali, creeremmo inutile confusione;
  • Una volta scelto, non cambiarlo confonderesti il tuo cane;
  • Pronuncialo in modo chiaro, conciso e gentile, il cane deve associarlo a momenti “piacevoli”.

Partiamo dal presupposto che la scelta è personale, deve piacere a noi ed alla nostra famiglia, può richiamare una caratteristica caratteriale o fisica del nostro cane. Può rappresentare un ricordo, o una nostra passione. In sintesi, basta che rispettiamo quanto detto sopra, poco importa basta ci piaccia! Un cane energico, iperattivo, sempre pronto a giocare potrebbe essere chiamato con i fantasiosi nomi dati per esempio ai vari tornado: Katrina, George, Trudi, Boris. O la vostra bevanda preferita? Gin-0, Porto, Rum sono delle opzioni.

Nella scelta del nome potete guidarvi sui personaggi del vostro libro, film o serie preferita. Proprio questi ultimi sono diventati notevolmente di moda negli ultimi anni.

Io per esempio, nella scelta del nome per la mia cagnolina mi sono ispirato ad i (tanti!) personaggi di una saga fantasy fra i quali ho scelto Brinn; che è il nome della mia cucciola di Border Collie di ormai 6 anni! Brinn era la regina degli elfi, bella e regale!Dalla stessa saga altri nomi interessanti che possono essere utilizzati sono Jerle, Walker, e Flick o Ilse. La saga in questione, molto appassionante e con tantittimi personaggi è Shannara chronicles. Ma anche Aragon, Frodo, Gollum, estratti dal Signore degli anelli potrebbero essere interessanti!

Come non pensare ad i manga se sei un appassionato? La lista potrebbe essere infinita: Sakura, Naruto, Goku, Gohan, Majin, Neji, Shiba, Shika, Sanji, Nami, Nico, Robin, Usop, Gaara, Shino, Kiba, Itachi, sono alcuni dei nomi estratti dai famosi anima Naruto, One Piece e Dragon Ball.

Per rimanere sul nerd, un’opzione potrebbe essere di scegliere nomi estratti dalle tue serie tv preferite; per esempio che ne pensate di Nairobi e Tokio (due nomi di città) ma diventati famosi per essere i nomi in codice di due personaggi dell’acclamata la Casa di Carta, o Undici e Dustin della divertente Stranger Things? Molto di successo sono stati anche negli ultimi anni i nomi estratti dal Trono di Spade; alcuni esempi: Daenerys, Jon, Sansa, Arya, Cercei.

Vito Priolo

MRCVS. PhD

Abbaiare al momento giusto: come insegnare al mio cane a “parlare”?

Nell’articolo di oggi vedremo alcuni trucchetti che possono risultare utili per insegnare al vostro cane ad abbaiare a comando.

Quali sono i motivi per cui può essere utile insegnare al vostro cane ad abbaiare a comando?

Innanzitutto, il gioco! Sarà un motivo per trascorrere del tempo con il tuo amico, esercitare la sua attenzione e migliorare la comunicazione fra di voi. Inoltre, il cane imparerà anche a interrompere l’abbaio, il che risulterà utile in molte occasioni. Infine, il divertimento…quale proprietario non sfoggerebbe con orgoglio il nuovo comando imparato dal proprio cane con amici e parenti?

La prima cosa da tener ben in mente è quella di aver sempre a portata di mano bocconcini, premi o il gioco preferito dal tuo cucciolo, in modo da utilizzarli come “premi” appunto; nel momento in cui ci serve. In linea di massima, nel momento in cui il cane abbaierà spontaneamente noi lo premieremo e aggiungeremo una parola come “abbaia” o “bark” o “parla”….quello che vogliamo in realtà, anche il nome dello zio che ci sta antipatico o della vicina di casa! Ricordati che è meglio scegliere parole brevi e chiare e di premiare immediatamente il tuo cane!

Rinforzo Positivo

Come dicevamo quindi, una volta che il cane abbaia naturalmente, pronunciamo chiaramente “abbaia” e premiamo il nostro cane. Ripeti questo diverse volte, fin quando il vostro cane non ha imparato ad associare il comando al comportamento “abbaiare”.

Ricordati sempre di premiare il tuo cane e di viverla come un gioco. Alcuni cani impareranno molto velocemente, altri impiegheranno più tempo, sarà più semplice nei cuccioli e nei cani più “vocali”; ma con perseveranza sarà possibile ottenere il risultato.

Una volta che il vostro amico a quattro zampe abbia imparato ad associare la parola da voi scelta al comportamento potrete aggiungere un altro elemento come un gesto o una posizione del corpo. Dovete semplicemente ripetere combinando comandi vocali e gestuali fin quando il vostro cane non abbia imparato le varie associazioni.

Attenzione però, una volta che il comando è stato appreso, non premiare il tuo cane quando abbaierà senza comando, potresti rinforzare un comportamento spiacevole e trovarti con il cane che abbaia quando vuole lui. Per evitare tal inconveniente, sarà utile inoltre il comando “stop” accompagnato da un gesto chiaro per interrompere il comportamento.

Vito Priolo

MRCVS, PhD

Come faccio ad introdurre il mio cane per la prima volta in un parco per cani?

Con l’articolo di oggi darò qualche consiglio a quei proprietari di cani un po’ timorosi che si recheranno per la prima volta con il loro migliore amico all’interno di un’area per cani!

Cosa c’è da sapere?

All’interno di un’area per cani i nostri amici a 4 zampe saranno liberi di scorrazzare senza guinzaglio. Attenzione però, alcuni di questi posti sono dei semplici recinti, spesso anche bassi che i cani possono facilmente saltare e trovarsi quindi… in pericolo! Sarà onere del proprietario prevenire questi eventi ed a tal motivo sarà indispensabile che il vostro cane vi ascolti!

Un altro elemento importante da tenere presente è l’igiene dell’area per cani, preoccupati di mantenerla pulita e assicurati che venga disinfestata regolarmente!

Qualora tu fossi proprietario di un cane di piccola taglia, assicurati di scegliere un momento in cui non ci siano cani troppo grandi e focosi, evitiamo incidenti spiacevoli.

Assicurati che il tuo cucciolo abbia completato tutti i vaccini prima di introdurlo in un’area che di per sé sarà frequentata da tanti cani; premurati inoltre di fare i richiami necessari nei cani adulti; si tratta di un posto potenzialmente rischioso per le malattie infettive. State attenti anche alle feci del vostro cane, fatele controllare frequentemente dal vostro veterinario.

Attenzione al comportamento del tuo amico a quattro zampe; assicurati che il tuo cane sappia tornare quando chiamato, e sia perfettamente in grado di rispondere ai comandi seduto e stai. Se il tuo cane mostra segni di paura e aggressività nei confronti dei cospecifici, aspetta prima di inserirlo in un contesto del genere, contatta un addestratore e lavora sul problema prima.

All’interno dell’aria cani…

Dopo una prima fase di scrutamento e timidezza, vedrai che il tuo cane si integrerà perfettamente nel gruppo, apprenderà a relazionarsi con loro e giocarci. Ovviamente, si deve considerare l’individualità del cane; alcuni saranno più propensi a giocare e correre con gli altri cani, altri vorranno continuare a giocare con il padrone (per esempio aver tirato la palla), altri ancora si manterranno indipendenti a vagheranno odorando in giro!

L’ultimo consiglio che posso darvi è quello di mantenervi vigili ed attenti durante la vostra permanenza nell’aria per cani in modo da intervenire per evitare liti o incidenti. Richiama l’attenzione del tuo amico a quattro zampe con premi ogni tanto, gli ricorderà nella frenesia del gioco che ci sei e ti aiuterà a mantenere un certo controllo della situazione.

Vito Priolo

MRCVS, PhD

¿Puede mi perro comer mantequilla de cacahuete?

¿Puedo darle a mi perro crema de cacahuete?

La crema de cacahuete está compuesta principalmente de cacahuete, un alimento rico en antioxidantes y ácidos grasos Omega 3 y 9. Además, el cacahuete es alto en vitaminas E y B, minerales y ácido fólico, lo que lo convierten en unos de los alimentos más nutritivos pero también en uno de los más grasos.

Todas estas características las tiene también la crema de cacahuete, una delicatessen para nuestros perros pero que debemos dar con precaución y sin excedernos. La crema de cacahuete es, por tanto, una gran fuente de carbohidratos y proteínas, lo que le va a proporcionar a nuestro can una gran dosis de energía y, además, le va a encantar su sabor pero no hay que olvidar que se trata de un alimento muy alergénico y muchos perros pueden presentar síntomas de alergia.

Tampoco es recomendable que demos crema de cacahuete a perros con problemas de sobrepeso y obesidad, ya que es alto en grasa y muy energético y va a hacer que coja peso, fatal para su salud.

Siempre debemos elegir una mantequilla de cacahuete que no contenga azúcares ni edulcorantes perjudiciales para la salud de nuestro perro como el xilitol.

¿Cuánta puedo darle?

Como hemos dicho, este alimento hay que darlo de forma ocasional o añadir una pequeña cantidad a alguna receta que hagamos para ellos. Con una vez a la semana es más que suficiente y, si nuestro perro es alérgico o tiene sobrepeso, debemos evitarla.

Por tanto, no existe una cantidad recomendada, pero con una cucharadita en el caso de los perros pequeños y una cucharada para perros grandes, será más que suficiente.

¿Cómo hacer crema de cacahuete casera para nuestro perro?

Existen opciones comerciales, pero si queremos elaborar una crema que realmente nuestro perro pueda comer sin peligro, es decir, que no contenga azúcares ni edulcorantes, tendremos que hacerla nosotros en casa, pero no os preocupéis, los pasos son muy sencillos:

Ingredientes:

  • Cacahuetes sin sal.
  • Cucharadita de aceite de oliva.
  • Cucharadita de miel.

Preparación:

  • Pelar los cachuetes, triturarlos y batirlos hasta que quede textura tipo crema.
  • Añadir el aceite y volver a batir a máxima potencia durante 5 minutos.
  • La miel es opcional y se puede añadir a la mezcla, luego echar en un bote, cerrar y guardar en el frigorífico, puede aguantar hasta 2 semanas.

Irene Martinez

Médica Veterinaria

I cani con le orecchie grandi hanno bisogno di cure particolari?

Le orecchie o meglio i padiglioni auricolari di alcune razze di cani sono state selezionate nel corso degli anni per avere delle dimensioni e forme “eccessive”, basti pensare a quanto sono diverse le orecchie di un beagle e quelle di un pastore tedesco, larghe “a cotoletta” e pendenti le prime, sottili ed erette le seconde. O pensate per esempio al buffo basset hound o al cocker con larghi e lunghi padiglioni auricolari che possono toccare il pavimento.

Le razze con orecchie pendenti come i cocker, labrador, golden retriever, setter, beagle, bassethound, breton hanno indiscutibilmente bisogno di un minimo di extra-cure e attenzioni in modo da evitare otiti, o spiacevoli inconvenienti per il nostro amico a quattro zampe.

Anatomicamente infatti, le orecchie di questi cani sono predisposte ad accumulare cerume, umidità e sporcizia, favorendo lo sviluppo di otiti batteriche, parassitarie o allergiche. Inoltre, frammenti di piante, come spighe o forasacchi possono rimanere facilmente incastrati all’interno dell’orecchio richiedendo l’intervento d’urgenza del medico veterinario.

Quali sono quindi le precauzioni necessarie?

Vi consiglio intanto di abituare il vostro cucciolo sin da piccolo ad aver le orecchie manipolate e pulite. In concomitanza del bagno, potete con del cotone e delle apposite soluzioni (generalmente altamente lipidiche), pulire le orecchie del vostro amico. Ricordatevi sempre di premiare il vostro cane, in modo che associ l’evento pulizia orecchie a qualcosa di piacevole! In commercio si trovano differenti prodotti per l’igiene delle orecchie e non necessitano prescrizione medica, ma non esitare a contattare il tuo veterinario per extra spiegazioni!

Durante le passeggiate, per i cani con le orecchie più lunghe e che toccano il suolo il consiglio è quello di usare una bandana o dei fiocchetti per evitare che raccolgano tutta la sporcizia dal suolo, anche in questo caso è necessario abituarlo sin da cucciolo. Lo stesso si può fare in casa per quando beve o mangia dalla ciotola! I proprietari di Cocker sanno bene di cosa sto parlando! Ed a tal motivo, potete trovare anche delle ciotole speciali fatte per questi cani!

Allo stesso modo, le razze amanti dell’acqua non resisteranno ad un tuffo nel fiume, o nel lago di paese…non ti preoccupare! Sarà importante però, una volta a casa, pulire ed asciugare con cura le orecchie del vostro migliore amico!

Se il vostro cane sviluppa spesso otiti parassitarie inoltre, alcuni prodotti spot-on possono prevenire l’insediamento degli acari in questione. Chiedi consiglio al tuo veterinario!

Oltre all’igiene del padiglione auricolare, nei cani con le orecchie più pelose vi consiglio di accorciar o meglio rimuovere i peli se non comporta un eccessivo stress per il cane, faciliterà l’igiene e l’areazione delle orecchie.

Ricordati invece, che nel caso in cui il vostro cane mostri fastidio alle orecchie, le scuote spesso, hanno cattivo odore o appaiono arrossate può essere in atto un otite, ed è necessaria la visita dal medico veterinario senza perdere tempo!

Vito Priolo

MRCVS, PhD

O meu cão pode comer cenoura? 5 benefícios deste alimento para os cães

Cães podem comer cenoura?

A resposta é sim, os cães podem comer cenoura. Prova disso é o facto de muitas rações a terem como ingrediente. São vários os seus benefícios como alimento:

  • Poucas calorias: é um snack saudável e pouco calórico, no entanto contém alguns açúcares sendo por isso desaconselhada em cães diabéticos por exemplo.
  • Ajudante na higiene oral: quando fornecida crua, vai incentivar a mastigação, o que ajuda a manter a higiene oral e a limpeza dentária.
  • Fonte de vitaminas: várias são as vitaminas presentes na cenoura como a vitamina A (relacionada com a visão e a saúde da pele), vitamina B, vitamina C (com propriedades anti-inflamatórias e anti-oxidantes), vitamina K (relacionada com a coagulação do sangue), entre outros.
  • Fonte de minerais: ótima fonte de cálcio (importante para a estrutura óssea e transmissão de sinapses nervosas), de fósforo (importante para a estrutura óssea e dentária), potássio (muito importante para o equilíbrio do metabolismo), entre outros.
  • Rica em fibras: favorece o transito intestinal e a sensação de saciedade.

Como incluir a cenoura na alimentação

É importante referir que, se o seu cão come uma ração de boa qualidade não há necessidade nutricional de introduzir a cenoura diariamente, no entanto, é um bom extra saudável! Pode ser fornecida crua ou cozida, sendo que este último facilita a sua digestibilidade.

A cenoura é mais um snack saudável que pode dar como “miminho” ao seu cão, no entanto, se tiver dúvidas em relação a alguma patologia que o seu animal tenha e se isso pode tornar a cenoura contraindicada, deve falar com o seu médico veterinário habitual antes de o fazer.

Joana Silva

Médica Veterinária

Cane con il naso che cola: cosa può essere?

Con l’articolo di oggi esploreremo le possibili cause del “naso che cola” nel nostro amico a quattro zampe. Le cause di scolo nasale nel cane possono essere innumerevoli, e anche la prognosi può essere abbastanza variabile dipendentemente dall’eziologia.

Quali potrebbero essere le cause?

Gli irritanti ambientali devono essere considerati in prima linea nei casi di scolo incolore, acquoso, e di scarsa entità. Polvere, fumo, profumi, prodotti per l’igiene domestica ma anche allergeni come pollini o acari ambientali possono irritare le prime vie respiratorie del tuo cane o scatenare reazioni allergiche.

Come nell’uomo, anche le malattie infettive rivestono un ruolo primario. La cosiddetta tosse dei canili è causata dalla coazione di batteri e virus, è altamente contagiosa, e si presenta con una tosse importante.

Ricordiamoci, inoltre, che nelle giornate più calde, il nostro cane disperde calore attraverso la sudorazione nelle parti glabre del corpo come il naso ed i polpastrelli.

Corpi estranei come frammenti di rami, parti di piante, possono rimanere bloccati nel naso, causando molto fastidio, il cane tenterà di grattarsi. Lo scolo, sarà importante e potrà presentarsi con sangue e pus a causa del danno meccanico e della reazioni dell’organismo.

Anche avvelenamenti (veleno per topi) o malattie infettive (Leishmaniosi o Erlichiosi) come anche tumori o polipi possono causare scolo nasale emorragico cioè costituito da sangue.

Infine, le infezioni delle radici dei denti dell’arcata superiore possono drenare all’interno del naso e dar origine quindi a scolo, che in questo caso apparirà infetto.

Nel caso di allergie o lievi irritazioni, la sintomatologia sarà lieve. Si accompagnerà anche ad abbattimento, tosse, starnuti, inappetenza nelle patologie più gravi.

Come può essere trattata

Qualora si tratti di semplice scolo, trasparente, non importante di quantità e non accompagnato da altri sintomi, probabilmente scomparirà di per se senza bisogno di intervenire.

Nel caso in cui lo scolo ha un aspetto preoccupante per esempio. denso, mal odorante, ma anche con sangue o di color bianco, giallo o verde, o si presentano anche altri sintomi tosse, starnuti, o malessere generale; il consiglio d’obbligo è quello di contattare il tuo veterinario che in seguito a visita clinica deciderà con voi il miglior trattamento. Chiaramente nel caso di corpi estranei sarà necessario rimuoverli (quasi sempre sarà necessaria l’anestesia), le infezioni si tratteranno con antibiotici e\o anti infiammatori. Tumori e polipi hanno bisogno di approcci diagnostici e terapeutici più complessi che non tratteremo oggi.

Infine, qualora tu sospetti la tosse di canile, meglio chiamare il tuo veterinario, prima di recarti in ambulatorio, evitiamo di infettare altri cani nel caso fosse confermata la diagnosi.

Vito Priolo

MRCVS, PhD

¿Puede mi perro comer zanahorias? 5 beneficios de este alimento para perros

¿Pueden los perros comer zanahorias?

Los perros pueden comer zanahoria sin ningún problema y tiene muchos beneficios para ellos. El tipo de almidón (amilopectina) que esta verdura tiene es más fácil de digerir para el perro que los que tienen lo cereales, por tanto la zanahoria contiene carbohidratos de fácil asimilación.

La zanahoria tiene muchas propiedades beneficiosas para nuestros peludos, por ejemplo:

  • Fuente de energía: este alimento es alto en carbohidratos y proporciona una fuente de energía rápida.
  • Mejora la visión: la zanahoria es alta en betacarotenos, útiles para mejorar la salud ocular. Estos betacarotenos se transforman en Vitamina A.
  • Antidiarreico: ayuda a restaurar la flora intestinal en perros que tienen problemas digestivos como diarrea. La famosa Sopa de Moro se utiliza para cortar la diarrea en perros y está hecha a base de zanahoria hervida básicamente.
  • Alta en fibra: si damos la zanahoria entera, con la piel incluida, estaremos dando un alimento muy alto en fibra, pero en muchos casos puede provocar justo lo contrario que queremos evitar, es decir, puede provocar problemas digestivos como diarrea ya que la piel es muy indigesta para nuestro perro.
  • Cepillo dental: si le ofrecemos la zanahoria cruda o congelada a nuestro perro va a pasar un buen rato mordisqueando la verdura y limpiando sus dientes a la vez, por tanto va a ayudar a que se elimine el sarro y dejará un aliento fresco.
  • Snack para perros con sobrepeso: es un perfecto snack para perros con tendencia a coger peso o que padezcan obesidad ya que su contenido en grasa y calorías es muy bajo.

¿Cómo incluir zanahorias en la comida?

No debemos olvidar que los perros no tienen la encima amilasa en saliva, por lo que no puede sacar tanto rendimiento a la energía que los carbohidratos ofrecen. Por esta razón siempre es mucho mejor ofrecer estos alimentos altos en carbohidratos, cocinados, como es el caso de la zanahoria.

Al hervir la zanahoria eliminamos el almidón en crudo y será mucho más digestible para nuestro perro. De todas formas, la zanahoria sin piel suele ser bastante fácil de digerir para el perro pero si se la cocinamos será mucho mejor.

La zanahoria se puede incorporar sin problema a la dieta de nuestra mascota, sobre todo cocinada, muchas dietas caseras incluyen este vegetal como parte de la ración, por ejemplo la famosa dieta BARF.

Se aconseja ofrecer la zanahoria en pequeñas cantidades si nuestro perro nunca probó este alimento, luego podemos aumentar la cantidad diaria, incluso usarla como snack (a trozos pequeños), ideal para perros que están a dieta.

Irene Martinez

Médica Veterinaria